AvisCultura

Sulla scia dell’80 Assemblea Nazionale del 2016 “Donare è cultura” ospitiamo sul nostro sito le pagine di Alfatenia, bollettino storico nocerino curato dal D.R. Mario Centi.

Il “Bollettino storico nocerino-L’Arengo” è stato fondato nel 2006 in collaborazione con don Angelo Menichelli come supplemento del periodico di cultura “Il Paese” registrato da me in Tribunale nel 2001.  E’ stato interrotto nell’estate 2008 al n.16 ed è ripreso,  non più con la testata L’ARENGO (ora edita dall’omonima associazione), ma come ALFATENIA.
Il titolo è storicamente associato a Nocera Umbra, denominata in numerosi testi ALFATENIA.
Gli umanisti (es. Flavio Biondo) hanno confuso Nocera Umbra con Nocera Alfaterna, in Campania[1], ed hanno inventato il termine ALFATENIA; misto di greco e umbro, è il risultato di alfa+tenia: a Nocera Umbra si trovano le sorgenti del fiume Tenia (oggi Topino).
La cosa non è proprio esatta perché il Tenia-Topino scaturisce alle falde del Monte Pennino in frazione Bagnara. Ma si adotta la parte (Bagnara) per il tutto (Nocera).
Il termine ha avuto fortuna, perché lo citano il Card. Malvasia[2], Fabio Pontano[3], Felice Ciatti[4], Lodovico  Jacobilli[5], e, in tempi più recenti, Giuseppe Bragazzi[6], Antonio Mancinelli[7] ed altri.
Da tempo il titolo è letto, e non poteva essere diversamente, con spirito critico e caduto in disuso. Ma storicamente Nocera è sempre stata ALFATENIA;  è un titolo che, di fatto, la identifica.
Ispirandosi a questa tradizione nel 1902 il nuovo teatro di Nocera è intitolato proprio ALFATENIA[8].
La sua ricostruzione (la struttura, come noto, è inagibile da decenni ed è in corso di restauro), può significare idealmente la rinascita di Nocera. Ecco perché il “Bollettino storico nocerino” riprende questo titolo ormai desueto: per farne un punto di riferimento simbolico.
ALFATENIA  è naturalmente una piccola goccia, ma, come dice un motto latino,  gutta cavat lapidem.
In passato, grazie all’ospitalità del sito internet della Pro Loco diretta allora da Giuseppe Pesciaioli, il “Bollettino”, che è spedito esclusivamente con posta elettronica, ha conosciuto una certa diffusione anche su internet.
Ora Gabriele De Dominicis[9], Presidente dell’AVIS, offre al “Bollettino” nuova visibilità nel sito internet dell’associazione e lo ringrazio per questa iniziativa.

Mario Centini

[1]  F.BIONDO, Roma restaurata et Italia illustrata, Venezia 1558, pp. 114-115 (cfr. G.SIGISMONDI, Nuceria in Umbria, Foligno, Ediclio, 1979).
[2] Cfr. BNC Roma, Fondo Vittorio Emanuele II, ms 711, Visita Malvasia dell’umbria, cc. 339-350.
[3] F.PONTANO, Discorso sopra l’antichità di Foligno, Perugia, Naccarini, 1618.
[4] F.CIATTI, Delle memorie annali ed istoriche delle cose di Perugia, 1638.
[5] L.JACOBILLI, Di Nocera nell’Umbria e sua diocesi, Foligno, 1653.
[6] G.BRAGAZZI, La Rosa dell’Umbria, Foligno, Ediclio, 1973.
[7] Cfr. Biblioteca Comunale Foligno, Fondo Mancinelli.
[8] cfr. M.CENTINI, I luoghi della memoria: Teatro Alfatenia, Campanaccio, Romita, Quaderni di Alfatenia n.1,
[9] Già in passato aveva valorizzato il “Bollettino” sul sito internet del Comune di Nocera Umbra.

Alfatenia Bollettino Storico Nocerino

Quaderni di Alfatenia

Calendari di Alfatenia

ALFATENIA

Bollettino storico nocerino, supplemento de IL PAESE, Periodico di cultura- Mensile.
Distribuzione gratuita
Autorizzazione del Tribunale di Perugia n. 22 del 4.8.2001
Proprietario e D.R. Mario Centini
Riprodotto in proprio
Perugia via Martiri dei Lager 84
Articoli, lettere e richieste di numeri arretrati si possono inviare all’indirizzo di posta elettronica: alfatenia@libero.it

Print Friendly, PDF & Email